Schliemann e la scoperta di Troia

Archeologi e operai durante gli scavi di Heinrich Schliemann nel 1868 a Troia

Ho da poco terminato la lettura del diario in cui l’archeologo Heinrich Schliemann documenta i suoi lavori di scavo presso le rovine di Troia, Micene, Itaca e Tirinto: è stata un’emozione indescrivibile per me che – da quando ero in prima elementare – volevo fare l’archeologa.

Schliemann ha una storia incredibile alle spalle: fin da piccolo è ossessionato dagli eroi omerici e si prefigge l’obiettivo – insieme a Minna, il suo primo amore – di trovare i resti della città di Troia. La sua vita rocambolesca lo porta a girare il mondo in cerca di fortuna, vivendo sulla soglia della povertà, per poi catapultarlo sull’onda dei buoni affari, che lo fanno arricchire con il commercio. Nel frattempo impara le lingue straniere con un metodo tutto suo e studia il mondo classico a 360°.

Ma ancora non sa cosa la vita ha in serbo per lui…

Continua a leggere “Schliemann e la scoperta di Troia”