I tarocchi sul “Piano Umano”

I tarocchi sono un viaggio simbolico verso la realizzazione del proprio potenziale e la comprensione del proprio inconscio: si parte con i bagagli ingombranti del Matto per arrivare, nudi e senza inutili fardelli, all’essenzialità e all’armonia del Mondo.

Proprio perché indicano varie tappe di un percorso, gli Arcani Maggiori possono essere suddivisi e disposti su tre piani diversi: su ciascuno di questi piani sono presenti sette carte, lasciando fuori il Matto che non ha un numero di riferimento.

Ho deciso di condividere su questo blog alcuni appunti e spunti di osservazione derivanti dallo studio dei tarocchi, perché li ritengo uno strumento indispensabile per decifrare la complessità dell’animo umano. Oggi voglio parlare del primo livello dei tarocchi, che possiamo definire il “Piano Umano”.

Di questo livello fanno parte:

I – Il Bagatto

II – La Papessa

III – L’Imperatrice

IIII* – L’Imperatore

V – Il Papa

VI – L’Innamorato

VII – Il Carro

*Ricordo che nei tarocchi la numerazione romana è modificata per non essere mai sottrattiva, quindi al posto del IV o del IX ci sono IIII o VIIII.

Cosa hanno in comune i primi sette Arcani Maggiori?

Continua a leggere “I tarocchi sul “Piano Umano””

Se il Papa potesse parlare

Ne La via dei tarocchi, tra i più importanti testi sull’interpretazione dei tarocchi (che consiglio di leggere anche a chi non interessa questa disciplina, poiché è un vero e proprio trattato di filosofia), Alejandro Jodorowsky e Marianne Costa dedicano un capitolo a ciascun arcano per illustrarne i dettagli estetici e i significati simbolici. In ogni capitolo, vi è sempre una sezione denominata “Se l’arcano potesse parlare“.

Qui voglio riportare le parole associate all’arcano maggiore del Papa, ovvero del Pontefice (letteralmente: creatore di ponti):

Continua a leggere “Se il Papa potesse parlare”