Mi sono imbattuta in questo Tweet e mi ha emozionata. Mio nonno è deceduto tre anni fa dopo aver trascorso gli ultimi anni della sua vita convivendo con l’Alzheimer. La perdita della propria identità non è paragonabile a nessuna malattia: equivale ad una condanna ingiusta. L’iniziativa del nonno di questa giovane ragazza è una delle cose più dolci che io abbia mai visto. Anche io mi sono commossa.