Il libro dei ricordi smarriti

Mi sono imbattuta in questo Tweet e mi ha emozionata. Mio nonno è deceduto tre anni fa dopo aver trascorso gli ultimi anni della sua vita convivendo con l’Alzheimer. La perdita della propria identità non è paragonabile a nessuna malattia: equivale ad una condanna ingiusta. L’iniziativa del nonno di questa giovane ragazza è una delle cose più dolci che io abbia mai visto. Anche io mi sono commossa.

Hai mai indossato un dizionario?

Qualche settimana fa, in Sardegna, mi sono imbattuta in una bancarella presidiata dai ragazzi de L’Atlante dei Bottoni, una bottega sarda che realizza gioielli molto particolari. Ecco come descrivono la loro iniziativa sul sito ufficiale:

L’Atlante dei Bottoni è una piccola casa di gioielli realizzati a mano attraverso l’impiego di materiali cartacei storici destinati al macero. Vecchi dizionari, testi scolastici datati e libri ormai in disuso prendono nuova vita trasformandosi in accessori unici dal gusto retrò.

Trasformare un libro o un dizionario in gioiello per dargli nuova vita richiede cultura, cura e amore e questi ragazzi ci riescono benissimo. Oltretutto si tratta di pezzi unici e questo li rende ancora più significativi.

Quando penso di avere un problema

Ermete Trismegisto è il misterioso e leggendario personaggio dell’antichità dal quale derivano l’aggettivo ermetico e la relativa corrente filosofica dell’ermetismo. Nel suo Corpus hermeticum ci ha tramandato diversi scritti iniziatici, all’interno dei quali sono elencate le cosiddette sette leggi universali:

  1. Legge dello spirito
  2. Legge di causa ed effetto
  3. Legge della corrispondenza
  4. Legge della risonanza
  5. Legge dell’armonia
  6. Legge del ritmo
  7. Legge della polarità

Si potrebbe discutere per giorni interi di ciascuna di queste leggi e sicuramente approfondirò il tema prossimamente. Per il momento vorrei soffermarmi sulla terza legge, ovvero quella della corrispondenza. Ermete Trismegisto (o chi scrive per lui) dice:

Come sopra – così sotto, come sotto – così sopra. Come dentro – così fuori, come fuori – così dentro. Come nel grande – così nel piccolo.

Il video qui sotto si intitola Powers of ten ed è stato prodotto negli anni Settanta per IBM allo scopo di mostrare quanto sia relativa la dimensione delle cose e quale differenza possa fare aggiungere o togliere uno zero. Pubblico questa versione con il sottofondo musicale di Mat Jarvis perché è particolarmente azzeccata (consiglio di guardare il video al buio) ma qui potete trovare l’originale in cui le immagini sono accompagnate dalle relative didascalie.

Continua a leggere “Quando penso di avere un problema”

Raccontare l’odio senza amplificarlo

Trovo molto efficace questa vignetta di Matt Wuerker per Politico.

Come si fa a raccontare l’odio senza amplificarlo?

Segnalo a questo proposito un articolo pubblicato da Joan Donovan e danah boyd su The Guardian che si intitola The case for quarantining extremist ideas. L’articolo fa riferimento – nello specifico – a come è possibile applicare il concetto di silenzio strategico e cita l’esempio del rapporto tra i media e il KKK negli Stati Uniti degli anni Venti.

(Foto h/t Valigia Blu)

Se il Papa potesse parlare

Ne La via dei tarocchi, tra i più importanti testi sull’interpretazione dei tarocchi (che consiglio di leggere anche a chi non interessa questa disciplina, poiché è un vero e proprio trattato di filosofia), Alejandro Jodorowsky e Marianne Costa dedicano un capitolo a ciascun arcano per illustrarne i dettagli estetici e i significati simbolici. In ogni capitolo, vi è sempre una sezione denominata “Se l’arcano potesse parlare“.

Qui voglio riportare le parole associate all’arcano maggiore del Papa, ovvero del Pontefice (letteralmente: creatore di ponti):

Continua a leggere “Se il Papa potesse parlare”