Ode alla cipolla

Pablo Neruda ha scritto versi memorabili intrisi di passione e malinconia. Uno dei suoi poemi che mi stanno più a cuore è l’Ode alla cipolla.

Ecco una delle mie parti preferite:

[…]
Stella dei poveri,
fata madrina
avvolta
in delicata
carta, esci dal suolo,
eterna, intatta, pura,
come semenza d’astro,
e quando ti taglia
il coltello in cucina
sgorga l’unica lacrima
senza pena.
Ci hai fatto piangere senza affliggerci.
[…]

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.