Quando decidere e quando delegare

Spesso ci ritroviamo a sprecare energie su decisioni che potremmo o dovremmo invece delegare agli altri. In questo articolo ho trovato uno schema interessante che può aiutarci a orientarci nel modo più efficace.

Decision-Matrix

In sostanza vengono identificati quattro tipi di decisioni:

  1. Irreversibili e irrilevanti
  2. Irreversibili e importanti
  3. Reversibili e irrilevanti
  4. Reversibili e importanti

Ecco un piccolo estratto tradotto in italiano in cui l’autore illustra l’applicazione di questa matrice:

Questa matrice è diventata un potente alleato per aiutarmi a gestire il tempo e assicurarmi di non impantanarmi nelle situazioni in cui non ero la persona più adatta a prendere una decisione.

Ho deciso di delegare entrambi i tipi di decisioni irrilevanti. Le decisioni irrilevanti sono il terreno di allenamento perfetto per sviluppare il giudizio. Questo mi ha fatto risparmiare un sacco di tempo. Prima che chiunque venisse da me con decisioni relativamente facili da prendere, con risultati abbastanza prevedibili.

Il problema non era prendere una decisione; nella maggior parte dei casi, ciò richiedeva pochi secondi. Il problema erano i 30 minuti che la persona trascorreva a illustrarmi la sua decisione. Ho risparmiato almeno 5-7 ore alla settimana implementando questo metodo.

Ho investito parte di quel tempo incontrando le persone che prendevano queste decisioni una volta alla settimana. Volevo sapere che tipo di decisioni prendevano, come le ponderavano e che risultati generavano. Abbiamo anche analizzato insieme le decisioni prese in passato, in modo che potessero vedere come fosse migliorato (o peggiorato) il loro giudizio.

Le decisioni importanti sono un’altra bestia. Le decisioni importanti e reversibili sono le mie preferite. Queste decisioni ti inducono a pensare che siano importanti: in realtà sono perfette per condurre esperimenti e raccogliere nuove informazioni. Il team o l’individuo decide quali sono gli esperimenti da condurre, quali sono i risultati che indicano che siamo sulla strada giusta e chi è responsabile dell’esecuzione.

Le decisioni importanti e irreversibili sono quelle su cui devi veramente concentrarti. Tutto il tempo che ho risparmiato applicando questo schema non l’ho trascorso sorseggiando un drink in spiaggia; piuttosto, l’ho investito nel dedicarmi alle decisioni più importanti, quelle che non potevo delegare.

Avevo anche un’altra regola che si è rivelata utile: a meno che la decisione non dovesse essere presa sul posto, come richiedono talvolta le decisioni operative, avrei prima fatto una passeggiata di 30 minuti.

Un pensiero riguardo “Quando decidere e quando delegare

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.