Lo ‘ntertiéno

Quando ero piccola c’era una parola che mi trasmetteva entusiasmo e felicità, un passe-partout che mi permetteva sempre di accedere a qualcosa di molto piacevole.

Quella parola era ‘ntertiéno.

Si tratta di un termine dialettale napoletano di derivazione quasi certamente spagnola (il verbo è entretener) che, tradotto, significa distrazione. La sentivo pronunciare solo all’interno della mia famiglia e ciò avveniva quando i miei genitori mi affidavano ai nonni o agli zii per andare a fare delle commissioni.

Ecco una situazione esemplare nella quale ricorreva questa parola:

«Livia, va’ dalla zia e dille: “Mamma mi ha detto di dirti che devi darmi un po’ di ‘ntertiéno“»

Io a quel punto andavo dalla zia e le dicevo: «Zia, mamma ha detto che devi darmi un po’ di ‘ntertiéno».

A quel punto mia zia – a seconda dell’occasione – faceva una delle seguenti cose:

  • Mi dava un ovetto Kinder o una fetta biscottata bagnata con lo zucchero;
  • Mi mostrava qualcosa di straordinariamente affascinante (per esempio un gioco o un oggetto attraente);
  • Mi portava con sé a fare qualcosa di interessante.

Per me quella parola – ‘ntertiéno – era magica; evocava qualcosa di molto gradito ma ne ignoravo completamente il significato. Per la mia famiglia rappresentava semplicemente un codice segreto concordato tra adulti per far sì che io non mi accorgessi dell’ allontanamento temporaneo dei miei genitori.

Quando ripenso a questa cosa provo una grande tenerezza nei confronti di una famiglia che tirava fuori delle parole in codice pur di non farmi avvertire il distacco o per distogliere la mia attenzione da qualcosa di potenzialmente traumatico o spiacevole.

È possibile che si tratti di un’usanza diffusa a Napoli (non l’ho mai capito e non ho mai indagato) e mi farebbe piacere saperlo. Fatevi avanti se anche voi venivate presi in giro in questo modo 😀

Ad oggi mi dispiace che quello ‘ntertiéno non faccia più parte della mia vita; conto di tramandarlo ogni volta che ne avrò l’occasione.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.