Non ci nutriamo solo di cibo

Secondo l’Ayurveda, il fuoco della digestione (che in sanscrito si chiama Agni) non si concentra solo sul cibo ma metabolizza tutto ciò che viene filtrato dai cinque sensi: alimenti, suoni, cose che vediamo, odori, parole che ci vengono rivolte, oggetti che tocchiamo, etc.

Agni – che è un concetto straordinariamente complesso e affascinante – è la trasformazione costante che avviene in tutti i momenti e in tutte le persone a tutti i livelli: fisico, cosciente, emotivo, energetico e intellettivo.

Ci nutriamo di tutto ciò che entra in contatto con noi. Per questo motivo dobbiamo stare attenti non solo a quello che mettiamo in pancia ma anche a tutto ciò a cui ci esponiamo o che lasciamo entrare in noi.

Quando Agni funziona, riusciamo a vivere una vita equilibrata, poiché ciò che è buono per noi viene assorbito e i materiali di scarto e le tossine vengono eliminati nel modo corretto.

In caso di cattivo funzionamento di Agni, il cibo diventa tossico (in sanscrito questo materiale si chiama Ama e significa non digerito) e si accumula in noi fino a farci ammalare. Lo stesso discorso vale per le emozioni non digerite.

3 pensieri riguardo “Non ci nutriamo solo di cibo

    1. È un piacere! Studio da un anno per diventare operatore ayurvedico ed è bello poterne parlare anche qui

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.