Cercare la solitudine

Durante il mio viaggio a Cuba ho trascorso poco più di due settimane lontano da Internet e ciò mi ha portata a riflettere su quanto essere e esserci siano ormai diventati la stessa cosa. Siamo perché ci siamo. Se non ci connettiamo è come se non ci fossimo (e sono in pochi a cercarci).

Al contempo ho anche apprezzato la solitudine, intesa come qualcosa di diverso dall’isolamento. In questo spezzone di una vecchia intervista al regista russo Andrei Tarkovsky (in cui, tra l’altro, a un certo punto parla in italiano) ho ritrovato quel concetto di solitudine sana che ogni tanto farebbe bene riscoprire. I sottotitoli sono un po’ fuori sincrono ma si segue agevolmente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.